Tiktok e Instagram tra challenge e iniziative #iorestoacasa

Che noia restare a casa! Ma meno male che esistono i social… come faremmo senza? Così su Tiktok e Instagram sono nate tante iniziative, legate agli hashtag #iorestoacasa e #andratuttobene, per sensibilizzare il pubblico più giovane, che è quello di riferimento di questi social, sull’importanza del non uscire di casa, e per rendere meno pesante e più divertente questo periodo di quarantena obbligatoria. Allo stesso tempo, però, è aumentato anche il numero di fakenews messe in circolazione riguardo al coronavirus: come è nato, come si trasmette e come prevenirlo. Queste notizie non vere sono molto dannose perché spesso mettono in allarme gli utenti senza un reale motivo e rischiano di seminare il panico. Vediamo dunque come i social, in particolare Tiktok e Instagram, stanno affrontando questa situazione, lottando da una parte contro le fakenews e dall’altra intrattenendo i loro utenti.

Tiktok e l’informazione sul coronavirus

Il social più giovane di tutti, Tiktok, nato nel 2017, non aveva ancora avuto modo di schierarsi apertamente contro le fakenews e ha deciso dunque di farlo in occasione di questa grande emergenza. Come Facebook e Twitter, ha deciso dunque di segnalare quali sono le fonti attendibili da cui prendere informazioni sull’emergenza e di mostrarle per prime tra i risultati delle ricerche sul coronavirus. Inoltre, contro il fenomeno delle notizie false, è scesa in campo su Tiktok direttamente l’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, che ha aperto il proprio canale per divulgare materiali utili e sicuri sull’emergenza. Anche la Croce Rossa Italiana ha deciso di partecipare in prima persona con contenuti propri o realizzati da influencer. Grazie a queste iniziative, anche al pubblico più giovane, che utilizza i social come principale fonte di informazione, arrivano le notizie corrette. E per rendere più leggera la nostra quarantena?

Gli inviti a restare a casa su Tiktok

Tiktok però sta combattendo la battaglia contro il coronavirus anche su un altro fronte: quello del restare a casa. Gli hashtag #iorestoacasa e #andratuttobene stanno spopolando sul social e gli utenti si divertono a caricare i propri contenuti. C’è chi ironizza sulla situazione, chi dà consigli pratici su come passare il tempo in casa (dalle ricette di cucina agli esercizi per mantenersi in forma), chi semplicemente cerca di mandare un messaggio di speranza. Dato il target giovane, è molto presente il tema della scuola in streaming: come seguire le lezioni senza annoiarsi, quando fare le pause, come fare i compiti a distanza con i compagni di classe. E poi il problema della convivenza con i genitori, che ogni giorno diventa sempre più difficile, ma che può essere vissuta bene se presa con ironia. Tutti temi attuali per i ragazzi che così possono sentirsi parte di una comunità.

Instagram si schiera per la prima volta contro le fakenews

Anche l’altro social dedicato ai giovanissimi, Instagram, per la prima volta ha deciso di schierarsi nella lotta contro le fakenews. Al contrario dei fratelli maggiori, Facebook e Twitter, Instagram non si era ancora mai occupato della circolazione di notizie false, ma in questa emergenza non è potuto restare a guardare. Così anche qui sono comparsi inviti a consultare solo fonti di informazione riconosciute e l’OMS ha aperto il proprio profilo ufficiale con aggiornamenti e consigli utili a evitare il contagio. Lo sforzo comune a tutti è quello di rendere i cittadini di ogni età consapevoli di cosa sta accadendo e soprattutto di evitare falsi allarmismi e la diffusione del caos. Ma proprio come Tiktok, anche Instagram accosta a questo obiettivo, quello di rallegrare il periodo difficile che stiamo vivendo con varie iniziative, tra cui la campagna #iolofaccioacasa.

La campagna di Instagram #iolofaccioacasa

È nata proprio per raccogliere i numerosi contributi degli utenti e degli influencer la campagna #iolofaccioacasa, che raccoglie attività e consigli per trascorrere al meglio questi giorni di quarantena. Dai suggerimenti, apprezzatissimi!, dedicati alle mamme, su come intrattenere i bambini piccoli costretti in casa, a come mantenersi in forma. Alla campagna hanno aderito influencer come Ludovica Valli e Luca Vezil, sportivi come Mattia Perin e Maurizia Cacciatori, attori come Paolo Ruffini e personaggi tv come Ignazio Moser e Francesca Rocco. Tanti personaggi uniti per resistere in un momento molto difficile per tutti gli italiani.

#iorestoacasa su Instagram

Con la chiusura, insieme alle attività commerciali, di tutte le attività culturali come teatri, concerti, biblioteche e librerie, la ricerca di svago ed evasione si è spostata su Instagram. E gli utenti non si sono fatti attendere: ecco dunque concerti in diretta Instagram, letture ad alta voce per bambini, gruppi di lettura con consigli per adulti. Molti artisti, tra cui, Jovanotti, Gianna Nannini, Nek, Francesca Michielin, Giovanni Allevi danno appuntamento ai loro fan sul canale Instagram per godere un po’ insieme della musica. Ci sono anche artisti che si divertono a fare dirette a due, sempre ognuno rigorosamente a casa propria, come hanno fatto Laura Pausini e Tiziano Ferro. C’è chi invece decide di pensare ai bambini e si dedica alle letture ad alta voce, come ha fatto Pierfrancesco Favino. Instagram ha deciso di raccogliere tutti questi contributi e quelli degli utenti sotto l’adesivo #iorestoacasa e di farli visualizzare tutti insieme in un unico contenuto in evidenza.

#IAMatHOME: noi compriamo da casa

Anche noi di IAMTheWatch aderiamo alla campagna #iorestoacasa con la nostra iniziativa #IAMatHOME: in questo periodo, infatti, puoi fare i tuoi acquisti sul nostro sito e riceverli direttamente a casa tua, senza uscire. Inoltre avrai un sconto del 20% su tutti gli articoli e la spedizione gratuita. Le spedizioni saranno effettuate a partire dal 3 Aprile. Rendi più colorato e glamour anche il tuo stare a casa!

Seguici su Instagram @iamthewatch_official